Nanosys QDEF Screen technology hands-on at SID 2011

Una tecnologia (coperta in USA da 400 brevetti!) per migliorare la qualità delle immagini degli schermi LCD senza aumentare la risoluzione.
Il segreto? Sta nell’utilizzo di LED blu anzichè bianchi in combinazione con uno strato diffusore all’interno dello schermo di colore giallastro invece che bianco.
Questa combinazione restituisce una luce bianca migliore e rende i colori dei fosfori dei cristalli liquidi più reali.
Vedere per credere!

Posted via email from astruso’s posterous

La Sony termina la produzione del Walkman

Incredibile, la Sony ha continuato finora a produrre ancora i mitici apparecchi analogici per l’ascolto personale e in movimento della musica.
Evidentemente è esistito ancora un mercato, probabilmente nei paesi meno digitalizzati della terra, per questi apparati che hanno rappresentato una rivoluzione, non solo tecnica, nel modo di ascoltare la musica.
Ricordo ancora la moda che si diffuse rapidamente alla fine degli anni 70 tra i ragazzini per sfoggiarlo soprattutto nelle occasioni di ritrovo e la miriade di cloni che si susseguirono.
Anche il buon vecchio nastro delle musicassette ha fatto il suo tempo…

Posted via email from astruso’s posterous

Courier: un booklet pc da Microsoft presto in arrivo?

To watch the video, you’ll first need to install the flash player.

Sembra che sia già in uno stadio prototipale avanzato questo booklet da Microsoft. Non si può definirlo tablet, come altri prodotti in arrivo da concorrenti, perchè la sua forma si ispira a quella dei taccuini. Infatti si compone di due schermi affiancati, ma ripiegabili, di circa 7″ protetti sul dorso da una copertina simile a quella dei libri, con integrata su uno dei dorsi una videocamera.
Altra cosa degna di nota è l’interfaccia utente che potrà essere sia sensibile al tocco delle dita così come controllata tramite uno stilo con riconoscimento della scrittura.
Insomma, un oggetto molto interessante!

Posted via web from astruso’s posterous

Asustek intenzionata a rilasciare entro giugno una seconda generazione di Eee PC

Secondo fonti taiwanesi, La Asustek (l’azienda di Taiwan che produce i pc a marchio Asus) starebbe per rilasciare tra maggio e giugno prossimi una seconda generazione di EEE pc con schermo da 8,9 pollici di tipo touch screen e con, possibile, supporto GPS incluso. Il tutto ad un prezzo intorno ai 500$.

Altre informazioni trapelate riguardano la memoria RAM che passerebbe dagli attuali 512 Mb a 1 Gb e la memoria SSD (solid state drive), che sostiuisce i tradizionali hard disk, aumentata a 8 – 12 Gb.

Non sarebbe niente male per questa azienda che ha come obbiettivo quello di vendere nel corso del 2008 fino a 5 milioni di EEE Pc.

Bisognerà vedere se riusicrà ad approvigionarsi presso i propri fornitori in modo continuativo, visto che già ora sta avendo problemi di fornitura sulle batterie che alimentano il piccolo pc. E questo si riflette di conseguenza nelle consegne che, a livello mondiale, non riescono a soddisfare il 70% della domanda!

Asustek to roll out second-generation Eee PC with touchscreen panels and possibly GPS support in May or June

Tendenze tecnologiche per il 2008

Benchè la rassegna dell’elettronica di consumo tenutasi da poco a Las Vegas, meglio conosciuta come CES, non sia stata di grande attrattività, tuttavia alcune indicazioni di tendenza per l’anno in corso pare che le abbia date.

Infatti nel 2008 dovrebbero affermarsi sempre più le memorie a stato solido (SSD) che diventeranno, a detta di alcuni, capaci di arrivare fino alla dimensione di 250 Gb!

Ciò avrebbe sicuramente positive ripercussioni sul mercato degli apparati mobili, dai laptop ai palmari, passando per gli smartphone.

E l’introduzione di pc portatili di più piccole dimensioni come l’Asus Eee, senza hard disk, sembrerebbe andare proprio in questa direzione.

Altra tendenza sarà quella della maggiore attenzione al design anche per gli oggetti più tecnologici. Sembra che oramai il consumatore non si accontenti più dell’oggetto solo funzionale, ma gradisca sempre più che esso sia anche bello da mostrare agli altri, specie se portatile.

Sexy è bello anche per un telefono!

Ancora sulle batterie al litio

Tornando sul tema delle batterie e, poichè ormai alla frutta con quella del mio portatile, sono andato alla ricerca di ulteriori informazioni.

In pratica ho trovato conferme a quanto riportato nel video di Chris Pirillo che avevo pubblicato, che si rifanno alle indicazioni presenti sul sito della Battery University.

Ho trovato una traduzione degli undici consigli presso il sito AB Techno Blog. Eccoli qua:

1. Evita di scaricare spesso e completamente la batteria, questo mette la batteria sotto “stress”.

2. Scarica parzialmente la batteria ed esegui frequenti ricariche. Ricaricare una batteria al Litio parzialmente carica, non causa nessun effetto memoria, a differenza di quelle al Nichel o Nichel-Cadmio.

3. La scarsa durata delle batterie nei PC portatili é dovuta piú al calore, che ai cicli di scarica-carica.

4. Le batterie al Litio usate nei PC portatili devono essere ricalibrate eseguendo un ciclo di scarica completo, ogni 30 cicli carica / scarica.

5. Per scaricare completamente la batteria togli semplicemente l’alimentatore e utilizza un’ applicazione che “consuma”.

6. Se ignori questo accorgimento il sensore di carica della batteria diventerà sempre meno accurato e, in qualche caso, la batteria non funzionerà piú come prima.

7. Tieni la batteria al Litio in un posto fresco, evita di lasciare il Notebook in macchina sotto il sole.

8. Se non utilizzi la batteria per molto tempo tienila in un posto freddo ( l’ideale é zero gradi, già a 25 gradi la batteria perde il 16% di carica in piú rispetto agli zero gradi ) e con circa il 40% di carica ( in modo che i circuiti interni abbiano energia sufficiente per lavorare ).

9. Considera di rimuovere la batteria dal portatile quando lavori a tavolino con l’alimentatore, il calore generato dal portatile a piena potenza diminuisce la vita della batteria ( qualche costruttore avverte che ci potrebbero essere dei problemi per l’accumulo di polvere sui contatti dove si collega la Batteria ).

10. Evita di acquistare batterie al Litio di scorta per uso “futuro”, verifica sempre la data di costruzione, e non acquistate batterie vecchie, anche se vendute sottocosto.

11. Se hai una batteria al Litio di scorta, usane una sino alla fine, e tieni l’altra in un posto fresco ( l’ideale é il frigorifero ) con circa il 40% di carica.

Sempre in tema di megabyte…

Per restare sempre in tema di memorie di massa e loro evoluzione nel tempo, vediamo come era un hard disk da 1 gigabyte 20 anni fa, comparato con… una scheda SD della stessa capacità!

Quindi si è passati da un armadio a due ante per 5 mb degli anni 50 a un cestello di lavatrice da un gb (circa 200 armadi del 1956…) per finire con una “cartina” della stessa capacità oggi.

E con la riduzione delle masse si sono ridotti drasticamente e drammaticamente anche i costi!

1 gb